Mio cugino Vincenzo

My Cousin Vinnie poster by BAntQuando andavo al liceo mi piaceva un sacco andare al cinema con i miei amici e non facevo mai storie sulla scelta del film perché fare lo schizzinoso poteva significare perdermi qualche bella storia. Così ho visto tante schifezze o cose che non facevano per me, ma ho anche avuto qualche bella sorpresa, come la commedia Mio Cugino Vincenzo (1992), complice Leo Gullotta, il cui doppiaggio in simil siciliano ha reso irresistibile il personaggio del protagonista impersonato da Joe Pesci.  La deliziosa Marisa Tomei (Oscar quale miglior attrice non protagonista) e il volto da bravo ragazzo di Ralph Macchio hanno fatto il resto, insieme ad una sceneggiatura con i ritmi giusti. Beh, mica ti aspetterai che ti racconto la trama? Per quella c’è il nostro comune amico Google. Ti racconto invece tutti i passaggi della realizzazione del lavoro, il che potrebbe esserti utile per qualche spunto.
Non so bene se i miei sforzi, che sono stati enormi, te lo assicuro, hanno dato i loro frutti, di certo questo nuovo esercizio mi ha spinto micropasso avanti sulla strada dell’apprendimento.
read more >

El secreto de sus ojos

Il segreto dei suoi occhi

Read in English

Il segreto dei suoi occhi è un bel film. Sto parlando dell’originale argentino di Juan José Campanella, uscito nel 2009, non del remake americano del 2015 che non ho visto per un mio pregiudizio personale (vedi qui la recensione comparativa di un giovane cinefilo).
Oscar come miglior film straniero è impreziosito da un paio di scene memorabili a sfondo calcistico.
read more >