I (tanti) pro e i (pochi) contro del disegno digitale

Pro /cons of digital drawingQuando ho deciso di imparare a disegnare ho scelto di farlo nel modo tradizionale, con carta, gomma e matita, per poi approssimarmi gradualmente al mio obiettivo finale, che era disegnare in digitale. Al momento seguo un approccio misto, soprattutto per motivi pratici; la cosa interessante è che l’approccio digitale mi aiuta a migliorare anche la tecnica tradizionale.
Sebbene sia una questione oziosa e inutile, voglio illustrarti i pro e i contro dell’uso della tecnologia nell’arte del disegno, o meglio, voglio spiegarti come la penso io al riguardo.
read more >

Vi presento Orazio Arancio (ovvero: come disegnare un rugbista)

Read in English

Da buon catanese sono un po’ provinciale e adoro compiacermi nel constatare quanti miei concittadini eccellano nel proprio campo facendosi onore oltre i confini etnei. Un esempio è Orazio Arancio, detto “bimbo”, che ha fatto la storia del rugby giocando nell’Amatori Catania per un decennio e poi portando il San Gregorio dal nulla alla Super 10, non prima di vincere lo scudetto con Treviso e aver girato un po’ in Italia e all’estero, per poi diventare allenatore e infine dirigente della Federazione Italiana Rugby.
Io, non so perché, lo ricordo soprattutto per una meta segnata in nazionale che lo ha reso il primo europeo a segnare al Sudafrica, favorito dal fatto che l’Italia è stata la prima selezione ad ospitare gli Springboks dopo la fine dell’apartheid e la conseguente ripresa dei test match internazionali. Si trattava di una partita giocata a Roma il 12 novembre 1995 in cui l’Italia fece una discreta figura costringendo i fortissimi avversari ad una impegnativa rimonta per rispettare il pronostico vincendo 40 a 21.
Beh, gli altri dettagli su chi sia Orazio Arancio li puoi trovare su Wikipedia, mentre un’intervista alla Gazzetta rivela il perché sia soprannominato “bimbo”. In questo post voglio invece mostrarti come ho realizzato una caricatura di Orazio Arancio in azione sul campo, un esercizio che mi ha consentito di allenarmi con un soggetto che richiedesse una posa aggressiva e un’espressione grintosa ai limiti della cattiveria.
Può piacere o non piacere, a me piace (!) e soprattutto mi è piaciuto realizzarlo, anche se gli imprevisti non sono mancati.

read more >

Lineart extraction made simple

Tutorial: lineart extraction made simple

Leggi in italiano

Digital conversion may ruin your drawing no matter how beautiful it is. But don’t worry: I wrote this tutorial to make you able obtaining by software a digital lineart even better that the one you drawn.
I define my drawing workflow as an “anlogic/digital” process. It starts with a pencil draft, than I perform the inking using a calligraphy pen or several markers of different size, I remove the pencil using an eraser and eventually I scan the drawing and I finish the process by software.

The latest phase starts with a crucial step, that is the lineart extraction. I’m going to explain you how I complete  this stage with small efforts using a graphic software.

read more >

Dalla carta al digitale, come scontornare un disegno in poche e semplici mosse

Tutorial: come scontornare un disegno

Read in English

Nessun disegno è abbastanza bello da non poter essere rovinato da una maldestra conversione in digitale. Ma niente paura, leggendo questo tutorial imparerai come scongiurare una simile eventualità, sfruttando anzi il passaggio al digitale per far fare il salto di qualità alle tue creazioni.
Per realizzare i miei disegni seguo un processo che definisco “analogico/digitale”: comincio con la bozza a matita, la inchiostro con una penna per calligrafia o con dei markers con punte di dimensioni diverse, cancello la matita, infine scansiono il disegno e lo completo al PC.
Quest’ultima fase comincia con un processo cruciale, lo scontorno, cioè l’estrazione della lineart. Sto per svelarti come, grazie agli strumenti forniti dai software di grafica, riesco senza troppa fatica ad ottenere una lineart  persino migliore di quella che è uscita dalla mia matita.

read more >